Cause della caduta dei capelli: il fumo

Cause della caduta dei capelli: il fumo

09/04/2018 0 Di Giorgia Sammarco

Si dice che fumare danneggia gravemente la salute. Sono abbastanza noti i danni che una sigaretta può fare al nostro organismo, ma forse non tutti sanno che il fumo di sigaretta nuoce gravemente anche alla nostra chioma. Una delle cause della perdita dei capelli è infatti il fumo. Non si tratta certamente di una delle cause principali, ma questa cattiva abitudine scatena una serie di fattori che concorrono alla perdita dei capelli. Se già si ha una predisposizione a perdere i capelli è bene quindi spegnere subito la sigaretta.

La dimostrazione scientifica che il fumo provoca la perdita dei capelli è stata data da un equipe di ricercatori di Taiwan. Gli asiatici sono il gruppo etnico meno incline a perdere i capelli, tuttavia gli studiosi hanno rilevato che il fenomeno era più accentuato nei pazienti fumatori, specie in quelli che fumavano più di venti sigarette al giorno.

Effetti del fumo sui capelli

Le cause per cui il fumo provocherebbe la caduta dei capelli sono varie. Quella primaria è legata alla circolazione sanguigna. Sappiamo che i follicoli, per conservare la loro piena funzionalità, hanno bisogno di ricevere una corretta irrorazione sanguigna. Il fumo invece è notorio che agisce come vasocostrittore. Questa sua capacità di restringere i vasi sanguigni è la causa per cui i fumatori vanno maggiormente soggetti a ictus e infarti. La vasocostrizione però impedisce anche un adeguato afflusso di sangue ai follicoli. Dato che il sangue trasporta le sostanze nutritive, con un’inadeguata irrorazione sanguigna il cuoio capelluto non viene nutrito adeguatamente e i capelli si indeboliscono e cadono.

Un’altra ragione per cui il fumo provocherebbe la caduta dei capelli è che esso, sia attivo che passivo, porterebbe ad un aumento degli ormoni maschili. L’alopecia androgenetica, che è la causa primaria della calvizie negli uomini, è dovuta ad un complesso meccanismo che si scatena proprio in presenza di una grande quantità di testosterone. Nel cuoio capelluto infatti ci sono dei recettori sensibili alla presenza di testosterone. Quando questi recettori incontrano il testosterone, scatenano un processo che porterebbe alla caduta dei capelli. Dato che si tratta già di un fenomeno di natura genetica, perché mai incrementarlo attraverso il fumo?

Ma le ragioni per cui il fumo provoca la caduta dei capelli non finiscono qui. Fumare crea uno squilibrio batterico nella cute, aumentando le possibilità di infiammazione dei follicoli. Un cuoio capelluto infiammato non è sano e questo è deleterio per i nostri capelli. Inoltre la nicotina che si diffonde nell’ambiente quando si fuma modifica la composizione del sebo, creando ulteriori squilibri. Questo indica che anche il fumo passivo può danneggiare, tra le altre cose, i nostri capelli, quindi se già abbiamo problemi di capelli è meglio stare alla larga dalle persone fumatrici.