Strade che portano alla calvizie

Strade che portano alla calvizie

03/09/2021 0 Di Giorgia Sammarco

Tutti noi perdiamo i capelli ogni giorno, uomini o donne, giovani e anziani. Per rendercene conto ci basta osservare i capelli che sono rimasti nella nostra spazzola o pettine. Inoltre, possiamo facilmente trovare i capelli caduti che si raccolgono vicino al tubo di scarico nella doccia.

La maggior parte di noi perde i capelli ogni giorno; devi solo osservare la tua spazzola o il tuo pettine per capire che è vero. In effetti questo potrebbe sorprenderti, ma ogni due o tre mesi possiamo perdere fino al 10 percento dei nostri capelli. È un ciclo naturale che i capelli subiscono. I nuovi capelli crescono e i vecchi capelli cadono perché hanno raggiunto la fine del loro ciclo di vita, che varia da due a sei anni.

Ma di questa perdita di capelli quotidiana quasi non ci rendiamo conto. Ci accorgiamo della perdita dei capelli quanto la quantità di capelli che perdiamo diventa superiore alla norma e iniziamo a diventare calvi.

Ci sono vari motivi per cui qualcuno può perdere una quantità di capelli superiore alla norma. Potrebbe esserci un problema ormonale – relativo alla tiroide o agli ormoni maschili o femminili che potrebbero essere non bilanciati.

A volte le persone possono perdere i capelli alcuni mesi dopo una malattia o un intervento chirurgico importante.

A volte, dopo il parto, alcune donne possono sperimentare una perdita di capelli maggiore del normale a causa del ritorno degli ormoni ai livelli normali.

Alcuni farmaci possono anche causare la caduta dei capelli. Questi medicinali includono fluidificanti del sangue (anticoagulanti), farmaci usati per trattare la gotta, la chemioterapia, le pillole contraccettive e alcuni antidepressivi. Troppa vitamina A può anche portare alla caduta dei capelli.

La perdita dei capelli può verificarsi anche a causa di una malattia che potrebbe non essere stata diagnosticata, come il lupus o il diabete, quindi in qualsiasi caso di perdita di capelli insolita è sempre meglio farsi controllare dal proprio medico.

Il modo in cui una persona si prende cura dei propri capelli ha un impatto sulla loro caduta. La perdita dei capelli può essere più grave se i capelli vengono spesso portati legati (codini o treccine) o se si usano spesso i bigodini. La costante trazione sui capelli può causare un tipo di cicatrizzazione e, a lungo termine, potrebbe portare alla caduta permanente dei capelli.

Inoltre, l’uso prolungato di trattamenti per capelli con olio caldo o prodotti chimici utilizzati nelle permanenti può causare gonfiore del follicolo pilifero che produce cicatrici e porta alla caduta dei capelli.

Poi, naturalmente, ci sono le motivazioni più comuni e conosciute di perdita di capelli, cioè quelle legate a fattori genetici. Questo tipo di calvizie di solito inizia con la stempiatura laterale, dopodiché la calvizie si estende sulla parte superiore della testa.

Mentre la caduta dei capelli è più comune negli uomini, anche le donne non vengono risparmiate del tutto. Le donne possono anche soffrire della versione femminile di questo tipo di alopecia, in cui i capelli si assottigliano su tutto il cuoio capelluto.

In alcune delle forme di caduta dei capelli sopra menzionate, la caduta dei capelli può essere trattata, cambiando farmaci, bilanciando gli ormoni e, se temporanea, lasciando che la natura faccia il suo corso. Altri però, come la calvizie maschile o femminile, possono essere più difficili da affrontare. Se hai intenzione di iscriverti a un particolare corso di trattamento della caduta dei capelli, assicurati di fare qualche ricerca prima di pagare ingenti somme di denaro per questo.